logo

27/06/2015

II° Incontro della Rete integrata sul tema della trasparenza amministrativa

L’incontro, organizzato a Ganagi il 26 giugno 2015, è stato pensato come un’occasione di riflessione e di informazione su un tema molto importante e attuale come quello della trasparenza dell’azione amministrativa pubblica.

Dopo i saluti e l’introduzione del Dott. Alessandro Ficile, Presidente della So.Svi.Ma, Agenzia di Sviluppo Locale delle Madonie che ha sottolineato l’importanza del tema nel contesto di Città a Rete Madonie-Termini, la Dott.ssa Lucia Maniscalco, Segretario comunale del Comune di Gangi ha presentato un intervento dal titolo L’azione delle Amministrazioni Comunali in materia di trasparenza: opportunità e sfide nel costruire un nuovo dialogo con i cittadini.

La Dott.ssa Maniscalco ha illustrato i principali contenuti della legislazione sulla trasparenza, pensata dal legislatore principalmente come strumento anti-corruzione, anche se la trasparenza ha funzioni più ampie che possono andare al di là del contrasto ai fenomeni corruttivi. Successivamente è stata illustrata l’esperienza del comune di Gangi non solo nella attuazione della legislazione sulla trasparenza e sulla corruzione, ma anche nella realizzazione del piano del performance e del piano degli indicatori. La dott.ssa Maniscalco ha sottolineato l’importanza di un cambiamento culturale al fine di interpretare gli obblighi derivanti dalla legge non come meri adempimenti ma come una opportunità da cogliere per le amministrazioni locali per migliorare la propria azione e il dialogo con i cittadini.

La Dott.ssa Valeria Ferraris, referente della Struttura di assistenza tecnica, ha presentato un intervento su Le forme di controllo sociale sull’azione pubblica da parte dei cittadini. Ricollegandosi all’intervento della dott.ssa Maniscalco, la dott.ssa Ferraris ha ripreso le indicazioni legislative relative alla partecipazione dei cittadini. Dopo una breve illustrazione del diritto di acceso civico, della partecipazione dei cittadini alla redazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e piano triennale per la trasparenza e l'integrità, della campagna trasparenza promossa dall’Autorità nazionale anticorruzione e dell’istituto del whistleblowing, l’intervento si è concentrato sulle criticità. In particolare su tre aspetti: 1) la necessità di considerare che avere un diritto non significa esercitarlo. I cittadini sembrano ancora lontani da un esercizio pieno del diritto di accesso civico, come sottolineato anche dalla dott.ssa Maniscalco nel suo intervento; 2) l’importanza di stringere un nuovo patto con i cittadini, una comune responsabilità sociale. Sempre più la tendenza è quella di risolvere i propri problemi individualmente, screditando la classe politica e l’azione amministrativa. Risulta invece fondamentale per vincere la partita della trasparenza che i cittadini possano apprezzarne i vantaggi e contribuire all’azione delle amministrazioni 3) l’esigenza di informare e formare i cittadini alla partecipazione della trasparenza.

Il materiale presentato durante l'incontro è disponibile sul sito del progetto: http://www.cittarete.it/upload/20150707064903_Citt_C3_A0_a_Rete_-_presentazione_Maniscalco.pdfhttp://www.cittarete.it/upload/20150707064954_Citt_C3_A0_a_Rete_ppt.pdf  

 

    


<< indietro

Ricerca

Cerca
 

Il territorio


Newsletter

Email
Iscriviti

Archivio

Archivio delle news del sito in ordine cronologico e delle Newsletter pubblicate
Archivio